“Generare culture non razziste” è un progetto del Comune di Bari che prevede un cartellone ricco di eventi e laboratori promossi e organizzati nell’ambito del mese contro il razzismo dall’assessorato al Welfare in collaborazione con l’Università “Aldo Moro”, il II Municipio e la rete cittadina di organizzazioni, associazioni, realtà del volontariato laico e cattolico e istituzioni pubbliche.
Dal 21 marzo al 9 aprile si terranno circa 70 iniziative che mirano a promuovere occasioni di riflessione, di conoscenza e di informazione aperte alla cittadinanza sul tema della diversità culturale.

Si comincia lunedì 21 marzo, dalle ore 17 alle 22, con la grande festa interculturale con letture, flashmob, momenti informativi, danze e giochi interculturali nel parco Don Tonino Bello, dove si svolgerà la maggior parte delle attività.

“Generare culture non razziste” prevede più eventi al giorno: nel parco Don Tonino Bello, dalle ore 16.30 alle 18, in programma workshop formativi, presentazioni di libri, spazi narrativi e autobiografici, laboratori interculturali, proiezioni cinematografiche e lezioni/dibattito a cura della rete di “Generare culture non razziste”; dalle ore 18.30 alle 22, ciascuna delle realtà coinvolte concluderà la giornata organizzando un momento conviviale nella cucina mobile di “Kitchen on the run”, che dal 17 marzo al 9 aprile resterà all’interno del parco del II Municipio.
Ogni giorno verrà ospitato un nuovo evento nella cucina mobile di “Kitchen on the Run” e ciascun vedrà la partecipazione di una ventina di persone: l’unica regola è che ad ogni tavolo ci siano, insieme, migranti e locali. Un piccolo gruppo sarà il padrone di casa della serata e sarà responsabile delle ricette e della spesa, da fare da solo o con gli organizzatori.

Il programma prevede anche una serie di appuntamenti diffusi su tutto il territorio cittadino.
Oltre alla volontà dell’assessorato al Welfare di avviare una rete stabile di realtà territoriali impegnate sui temi dell’accoglienza, dell’educazione interculturale e della valorizzazione delle differenze a partire dall’esperienza del programma comunale “Essere comunità”, attraverso questa iniziativa si intende sensibilizzare la cittadinanza su nuove forme di condivisione, conoscenza e dialogo al fine di sostenere la diffusione di una cultura che abbatta i pregiudizi nei confronti dei migranti e consenta di cogliere le opportunità offerte dal fenomeno migratorio che interessa il nostro territorio.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero: per partecipare è sufficiente recarsi sul posto.

Fonte: Comune di Bari

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.