Categorie
Spettacolo

Bollani a teatro con “La regina Dada”

Un pianoforte i cui tasti bianchi e neri risuonavano, incantando gli spettatori. Riflessi di luce alternati al buio silente. L’arte è stata la protagonista dell’appuntamento di ieri sera, 22 Aprile, presso il Teatro Mercadante di Altamura. In scena, con lo spettacolo “La regina Dada”, vi erano Stefano Bollani, il noto un compositore, pianista e cantante italiano di musica jazz, e Valentina Cenni, attrice italiana e danzatrice.

Entrambi con una formazione artistica, perché avete deciso di unire queste due arti?

In primis perché stiamo insieme da cinque anni, per cui avevamo il desiderio di stare anche sul palco insieme. In fondo, facciamo tante cose insieme: per esempio Valentina è anche fotografa e ha fatto le copertine dei mie ultimi dischi, già usciti. In questo caso facciamo tutto da soli: musiche, testo e siamo sul palco soltanto noi.

Chi è la regina Dada e chi è il Dio Pan?

“Dio Pan” è un modo di dire in realtà, perché i personaggi sono due di fatto: una regina di un luogo non precisato, che ha deciso di abdicare e si è rifugiata a casa del suo maestro di musica. Quest’ultimo è il secondo personaggio, che è uno che parla molto poco, perché preferisce esprimersi con le note: è l’interlocutore ideale per lei, perché la porta ad estraniarsi dai suoi pensieri.

Cosa vi aspettate dal pubblico che seguirà il vostro spettacolo?

Ci aspetteremo che non si aspettassero nulla. Vorremo che la gente che venga si sieda e accolga quello che arriva, senza che preoccuparsi del genere di cosa che stanno per vedere, se ci sarà troppa musica o sarà troppo surreale, ma semplicemente sedersi e ascoltare.

Maria Bruno

Di Maria Bruno

Ha studiato presso Università degli Studi di Bari, redattrice presso la testata online PassalaParola.net, La Nuova Murgia e Fortis Murgia; responsabile della testata MadeinMurgia.org