Categorie
News

Pallone di Gravina della Masseria La Ghianda, prodotto da medaglia d’oro

Medaglia d’oro a Masseria La Ghianda per essersi classificata prima con il Pallone di Gravina (Presidio Slow Food) al Contest Nazionale di Formaggi ALMACASEUS 2016 per la categoria “Formaggi di Fattoria a latte vaccino/bufalino”.

“È stata la nostra seconda partecipazione al Concorso dopo l’edizione del 2014, quando ci aggiudicammo il secondo posto vincendo la medaglia d’argento con il Provolone di pecora. L’amaro in bocca per quella posizione, pur se lusinghiera, ci è servito per il riscatto di quest’anno. Siamo stati tenaci e ci abbiamo creduto fino in fondo” commenta Antonio Digregorio, portavoce dell’intera famiglia che da anni gestisce l’azienda agricola.

La competizione si è svolta a Colorno (Parma), presso la sede di ALMA Scuola Internazionale di Cucina Italiana il giorno 9 maggio, mentre la premiazione è avvenuta il giorno stesso presso Fiere Parma all’interno del 18° Salone Internazionale dell’Alimentazione Cibus.

Un prestigioso premio se si tiene presente che ALMA Caseus è il più grande concorso nazionale dedicato al patrimonio caseario italiano e ai suoi professionisti, il più completo sul piano delle conoscenze tecniche-professionali, dal taglio al servizio alla comunicazione delle caratteristiche e della provenienza, fino ad arrivare alla qualità e alla conoscenza dei prodotti stessi.

L’edizione di quest’anno ha visto partecipare quasi 100 produttori, provenienti da tutta Italia, e più di 500 formaggi che sono stati suddivisi, confrontati ed esaminati per categorie omogenee. Superata la fase preliminare, nell’ambito della quale una commissione costituita all’interno di ALMA s.r.l. ha selezionato le squadre e i prodotti meritevoli, nella fase finale della gara le squadre e i prodotti ammessi sono stati valutati da una giuria composta da professionisti ed esperti del settore caseario.23 (1)4

Pasqua Disabato

Di Pasqua Disabato

Laureata in Lettere e filosofia presso l'Università degli studi di Bari. Redattrice presso il giornale In città.