E’ passata alla storia come “La settimana del teatro”: è ormai una consuetudine per il Liceo classico “Cagnazzi” di Altamura organizzare la “Rassegna internazionale del teatro classico”, giunta alla XXII edizione.

Quale modo migliore per avvicinare i ragazzi all’arte teatrale?

Il maestoso liceo altamurano, che ogni giorno permette agli studenti di riscoprire le origini della propria lingua con lo studio del greco e del latino, indice ogni anno, per una intera settimana, una serie di rassegne dove a calcare il palcoscenico sono proprio i ragazzi di licei dei diverse città.

La rassegna internazionale, svoltasi dal 23 al 28 Maggio nell’atrio del Liceo “Cagnazzi”, ha coinvolto sempre più giovani di varie nazionalità, permettendo la costruttiva fusione di culture diverse, nonché la costante alimentazione della cultura.

Variegato e ricco, il programma dell’edizione 2016 ha visto l’alternarsi di opere di autori greci (tra cui Eschilo, Euripide, Sofocle, Aristotele) e di alcuni autori italiani (come Dante e Goldoni): il palinsesto è apparso completo e interessante.

Una gara? No, una sana competizione mirata a diffondere la cultura e a tenere in vita la passione per il teatro, garante di emozioni e divertimento.

Sabato 28 Maggio c’è stata la serata finale con la conseguente premiazione: al I° Posto si è classificato il Liceo Salvemini di Bari con “Il Canto di Euridice” di Pavese, Bufalino, Anouilh, Magris, Parrella, Consoli e Vecchioni; al II° Posto il Liceo Clemente Rebora di Rho con “Cassandra-Senza libertà di vedere” di Massimiliano Mancia ispirato a Christa Wolf; al III° Posto il Liceo F.De Sanctis di Trani con “L’Edipo Re” di Sofocle.

I ragazzi si sono sfidati “a colpi di rappresentazioni teatrali”: al di là dei premi specifici, sono risultati tutti vincitori.

Maria Bruno

Di Maria Bruno

Ha studiato presso Università degli Studi di Bari, redattrice presso la testata online PassalaParola.net, La Nuova Murgia e Fortis Murgia; responsabile della testata MadeinMurgia.org