Sono sempre più numerosi gli studi sulla leadership femminile che testimoniano,con dati certi, che le donne al potere eccellono rispetto agli uomini. Infatti, una serie di ricerche condotte in Sud America, dimostrano che in politica quando a governare è una donna i crimini legati alla corruzione scendono, mentre l’efficienza della cosa pubblica sale; inoltre le donne al governo riescono a ottenere più fondi dall’amministrazione centrale e a spenderli meglio. Dati che non dovrebbero stupire, visto che è noto che le donne statisticamente commettono meno crimini degli uomini. Tra le doti delle donne leader eccellenti ci sono in particolare: empatia, comunicazione, vision, prospettiva e maturità.

Saranno state anche queste le basi relative alla vincita politica di VIRGINIA RAGGI e CHIARA APPENDINO, che condividendo l’orientamento politico del M5S, ricoprono oggi la carica di sindaco di due grandi città italiane. Virginia Raggi, ha conquistato ROMA con il 67,2%, mentre Chiara Appendino ha vinto a Torino con il 54,5% delle preferenze.

“Hanno vinto i romani. Voglio ringraziare tutti i cittadini che mi hanno affidato questo compito. E’ un momento storico, una svolta”. Così il neosindaco di Roma, Virginia Raggi, in conferenza stampa. “La prima cosa che sento di dire, che mi viene dal profondo, è che finalmente anche Roma avrà un sindaco donna. In un momento storico in cui le pari opportunità sono ancora una chimera, considero questa una notizia dal valore straordinario”. Emozionata e soprattutto con tanta voglia di cominciare, ha detto a gran voce di voler ricostruire una solida comunità, in cui i romani dovranno essere protagonisti attivi di questo cambiamento.

E’ una grande emozione, è stato un lungo cammino”. Così il neoeletto sindaco di Torino, Chiara Appendino, dopo la vittoria al ballottaggio contro il sindaco uscente del Pd, Piero Fassino. “Ogni torinese dovrà sentire Palazzo di Città come la sua casa, la cui porta sarà sempre aperta”, ha aggiunto. “Sarò sindaco di tutti, dei sostenitori e di chi critica”, ha poi concluso.

Le due donne, entrambe mamme, hanno sicuramente una grande caratteristica in comune: ricoprono la carica di sindaco di due città che hanno scritto la storia d’Italia. Roma grande capitale attuale e Torino capitale ottocentesca.

Un grande in bocca al lupo va a queste due donne, affinché portino le due città al punto più alto del benessere, ma soprattutto auspichiamo alla vittoria politica di altre numerose DONNE, pronte a salire in vetta.