Scritto da Domenico Colangelo

E’ tutto pronto a Matera per la 627a edizione della festa in onore di Maria SS. della Bruna.

Il 2 Luglio, come ogni anno dal 1389 quando Papa Urbano VI istituì la celebrazione della “Visitazione”, diventerà data accentratrice di eventi con radici ormai plurisecolari. La città si sveglierà all’alba per la consueta “processione dei pastori”, un momento di profonda religiosità che prevede il passaggio del quadro della Vergine attraverso i quartieri più antichi, sottolineato dall’esplosione di fuochi pirotecnici. Piazza San Francesco d’Assisi, con la contestuale celebrazione della Santa Messa, sarà il luogo di ritrovo mattutino per la popolazione materana che nel corso dell’intera giornata vivrà il solito vorticoso susseguirsi di spostamenti. Alle 9 seguirà la vestizione del Generale dei Cavalieri che assumerà a Piazza Vittorio Veneto il comando della cosiddetta “cavalcata”. Alle 11 la Cattedrale, dopo 13 lunghi anni causa restauro, riabbraccerà i fedeli per la Messa in onore della Madonna della Bruna presieduta da Monsignor Antonio Giuseppe Caiazzo. Al termine dell’evento solenne la statua di Maria SS. della Bruna sarà scortata dal clero e dai cavalieri in processione verso la Chiesa di Maria SS. dell’Annunziata nel rione “Piccianello”. Alle 17 la statua della Madonna, dopo la Messa pomeridiana, sarà collocata sul carro trionfale ideato dal maestro cartapestaio Michelangelo Pentasuglia. Fino alle 19 circa il carro resterà fermo all’altezza della Chiesa di “Piccianello”, prima che i cavalieri ed il clero possano scortare la Statua nella solenne processione che si concluderà intorno alle 22 sul sagrato della Cattedrale. Il carro trionfale, giunto a Piazza Duomo, eseguirà 3 giri simbolo di “preso possesso” della città da parte della Madonna. A questo punto la statua di Maria SS. della Bruna sarà deposta in Cattedrale ed il carro trionfale ripercorrerà la strada verso Piazza Vittorio Veneto dove si consumerà il rito ancestrale dello “strazzo”. Il manufatto in cartapesta verrà assalito e ridotto in brandelli da giovani ed adulti che ogni anno cercano di accaparrarsi le statue ed i dipinti. Il giorno più lungo per i materani si concluderà mezz’ora dopo la mezzanotte con il tradizionale spettacolo dei fuochi pirotecnici di Murgia Timone visibile da più punti nei Sassi.

23

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.