Sale l’attesa per i risultati del test di Medicina e Odontoiatria, svoltosi a livello nazionale martedì 6 settembre.

Il Presidente della Scuola di Medicina dell’Università di Bari, il Prof. Loreto Gesualdo, dichiara:

Per la Scuola di Medicina dell’Università di Bari sono stati 2670 i candidati ad iscriversi al test, di cui 2562 si sono presentati martedì 6 settembre, con un incremento di iscrizioni, paragonato allo scorso anno, di circa 600 unità per 291 posti totali. I numeri  dimostrano, quindi, che l’Università di Bari è stata abbastanza “gettonata”, abbiamo avuto una forte attrattività se si considera che su 2000 unità in aumento in tutta Italia 300 si sono iscritte a Bari. Questo significa che la Scuola di Medicina di Bari è ancora ben vista dagli studenti, nonostante le polemiche degli ultimi anni. Tutta la macchina organizzativa quest’anno ha funzionato perfettamente, è andato tutto come doveva andare. Speriamo che tutto vada bene sia il giorno 8 che i giorni 13 e 14, perché ci sono altri test d’ingresso: Scienze motorie, Professioni sanitarie e il test di Medicina e Chirurgia in lingua inglese, fiore all’occhiello dell’Università di Bari.

I risultati saranno pubblicati il 4 ottobre, dopodiché ci sarà la “Giornata della matricola”, durante la quale io insieme ai miei collaboratori, agli studenti e ai loro rappresentati accoglieremo le matricole alle quali faremo l’in bocca al lupo per questo percorso che le porterà a diventare medici. La Scuola di Medicina di Bari cercherà di formare medici e non dottori, questa è la cosa più importante. Alle matricole diremo che hanno scelto una bella Scuola, sicuramente impegnativa, che pone lo studente a stretto contatto con il paziente e con le persone che soffrono. Speriamo anche di insegnargli ad essere degli ottimi medici e a sviluppare quel senso di empatia che tra medico e paziente ritengo  oggi sia la cosa più importante per un medico.

Pasqua Disabato

Di Pasqua Disabato

Laureata in Lettere e filosofia presso l'Università degli studi di Bari. Redattrice presso il giornale In città.