Categorie
Ambiente & Territorio Food

Circuiti enogastronimici a “CreArti”

Durante l’inaugurazione del centro polifunzionale “CreArti”, sono stati attivati circuiti enogastronimici per la promozione di alcuni prodotti”made in sud” completamente biologici.

Ricordiamo l’azienda “I Peperonzini” dedita alla produzione del peperoncino che dalla sua materia prima ha successivamente preso forme diverse. Alcuni dei derivati portati dall’azienda all’evento, sono state delle buonissime confetture di marmellata arricchite dall’essenza del peperoncino e accompagnate da deliziosi cioccolatini aromatizzati al peperoncino. Gli elementi che senza dubbio hanno contraddistinto il banchetto dell’azienda in questione sono state le svariate sfumature di colore e la curata originalità dei prodotti.

Alla produzione di grani antichi, farro, lenticchie di Altamura, cicerchie e altri tipi di legumi, ci pensa l’azienda gravinese “Bioland”, una delle poche aziende italiane che chiude la filiera, avendo a propria disposizione terre da coltivare, mulino a pietra e pastificio. L’azienda ha partecipato all’evento con l’esposizione del grano Senatore Cappelli e grano Gentil Rosso. “Bioland” approda sia in Puglia che in Basilicata, con lo slogan “salute e benessere dai grani antichi”. L’azienda, inoltre, fa parte del consorzio Con.Pro.Bio.

CON.PRO.BIO è un consorzio di Produttori Biologici e Biodinamici che si compone di quaranta soci produttori agricoli tra i primi “pionieri” del settore. Lo stesso consorzio era presente in sala e vantava di una fiorente produzione di farro (cereale che nell’antica Roma rappresentava un elemento di buon auspicio nelle occasioni importanti) e un ottimo passato di pomodoro biologico.

Per tutta la giornata, ad addolcire i palati piccanti si è resa utile l’azienda apistica “Rondinella”, situata nel paesino lucano di Rapicandida. Miele pregiato trasformato in caramelle, pappa reale e creme al cioccolato fondente, bianco e al latte. Il loro marchio è “L’Oro dei Fiori”.

Le focacce e soprattutto il pane messo a disposizione in sala dall’Associazione “Panificatori Pugliesi” è stato possibile degustarlo con qualche goccia di olio extra vergine d’oliva della cooperativa “Il Sannicandrese”, produttrice solo ed esclusivamente di olio extravergine di olive con qualità coratina e oliarola. Olive coltivate nella zona barese dai tempi più antichi. Il “Sannicandrese”, infatti, ha ricevuto il premio Gambero Rosso e segnalazione Slow Food.

Altro prodotto che all’evento ha suscitato molto interesse tra gli ospiti è stato il Capocollo di Martina Franca dell’azienda locale “Salumi Cervellera”. Ciò che differenzia l’azienda martinese da tutte le altre, è l’uso esclusivo dei prodotti del territorio, come ad esempio l’affumicatura col fragno presente solo nella bassa Murgia, l’immersione nel vincotto di verdeca di Martina Franca e la stagionatura presso i trulli locali.

All’appello era presente anche il caseificio gravinese “Fratelli Derosa”, che dal 1960 deliziano la città con scamozza di pecora, pecorini da tavola, caciotte miste e soprattutto con il tipico pallone di Gravina, con il quale hanno vinto il premio nazionale “Custodi del gusto 2015”.

In conclusione, ad appagare la sete dopo la degustazione dei prodotti ci ha pensato la Cantina di Andria “Vignuolo”. La cantina propone con l’etichetta “Biologico” vini eleganti, dai profumi ampi e morbidi ed equilibrati al palato, ottenuti da una accurata selezione di uve in purezza a bacca nera e bacca bianca.

La soddisfazione dei visitatori dilagava nell’aria, perché CreArti è ricchezza e tradizione, ma anche innovazione.

Reportage fotografico a cura di Gino Fiore

 

 

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.