Categorie
Ambiente & Territorio News

L’Ass. Di Gioia sul biologico salentino

L’assessore alle Risorse agroalimentare della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, chiarisce in una nota, la modalità di ripartizione delle risorse e criteri di selezione :“In questi giorni sono emerse diverse polemiche relative al sostegno all’agricoltura biologica in Puglia attraverso la Sottomisura 11.1 (‘Pagamenti per la conversione in metodi e pratiche di agricoltura’) del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. In particolare riguardanti la presunta penalizzazione dell’Area salentina. Nel dettaglio mi preme specificare che dei 208 milioni di euro della Misura 11, circa 178 servono a soddisfare gli impegni già assunti nel 2007-2013 con gli imprenditori e rinnovarli per la programmazione 2014-2020 (Sottomisura 11.2) e che i restanti 30 milioni, ovvero 6 milioni all’anno per ciascuno dei 5 anni di impegno, sono stati assegnati per pagamenti per le conversioni con metodi e pratiche di agricoltura biologica  (Sottomisura 11.1)”.

“Dall’analisi congiunta dei dati si evince chiaramente che non è corretto affermare che il territorio della provincia di Lecce sia stato penalizzato come da alcune parti sostenuto. Considerando una superficie agricola (SAU) del territorio salentino pari al 12,5% della Puglia, le risorse attribuite per quell’area, per l’intera Misura 11 sul biologico, potrebbero ammontare al 14,3% del totale. Più che proporzionali alla dimensione territoriale”. “Per impostazione generale – tiene a precisare di Gioia -, le politiche di sviluppo rurale, e tra queste il sostegno al biologico, rispondono all’esigenza di privilegiare gli interventi che dimostrano maggiore efficacia rispetto agli obiettivi. A tal proposito il programma prevede che per ciascuna Misura siano identificati dei criteri di selezione al fine di scegliere i luoghi e i soggetti prioritari per le finalità delle politiche”. “Nel caso della Sottomisura 11.1, di cui si è parlato questi giorni, i criteri di selezione discendono da principi concordati con i servizi della Commissione Europea in sede di approvazione del PSR. Si tratta di principi coerenti con gli obiettivi di carattere ambientale della Misura Agricoltura Biologica, ovvero con il sostegno e lo sviluppo della diversità delle specie autoctone tipiche negli ecosistemi agro-forestali e il ripristino delle condizioni di seminaturalità diffusa e di connettività ecologica”.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.