Il primo blocco di valutazioni si è completato per 170 progetti sui complessivi 826 che, a mercoledì scorso, sono stati trasmessi con la procedura on line.
Circa un terzo è stato giudicato ammissibile a finanziamento, attivando più di 1 milione e 300 mila euro.
Sono idee che, per il 41,30%, sono centrate sull’innovazione tecnologica, il 30,43% sull’innovazione culturale e il 28,26% sull’innovazione sociale.

È essenziale mantenere ritmo e intensità nelle risposte sia per mettere subito al lavoro chi ha ottenuto il finanziamento, sia per consentire ai non ammessi di correggere l’impianto del loro progetto ed eventualmente ripresentare l’istanza sul portale.

Questo è solo l’inizio di un programma che resterà attivo fino al 2020. L’ambizione dell’Assessorato alle Politiche giovanili è che “PIN” diventi la prima porta a cui i giovani pugliesi, con una idea valida, possono bussare per chiedere un sostegno concreto.

Dal 1° febbraio è online, l’elenco dei primi 46 progetti finanziati con “PIN – Pugliesi Innovativi”.

Raffaele Piemontese
Assessore alle Politiche giovanili della Regione Puglia

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.