Categorie
Ambiente & Territorio Eventi

GRAVINA: successo per “Lùmina spettacolo in luce”

(Galleria foto a cura di Sara Garofano)

Il battito della bellezza e della novità ha pulsato per tutta la serata: la prima di “Lùmina spettacolo in luce” è stata baciata dal calore del pubblico.

Diluvio di applausi e occhi sgranati avantieri, per l’esordio del progetto a firma del consorzio Evo, un perfetto connubio tra fede e tradizione presepiale, ambientato negli angoli più suggestivi della gravina. Un balletto tra arte, storia e cultura, percorrendo quella parte della città che mozza il fiato.

Fiumi di gente hanno affollato gli affacci nei pressi del Bastione Medievale, di via Giudice Montea e della Cattedrale per ammirare la rappresentazione della natività sapientemente raccontata da una voce narrante, mentre le 35 installazioni in legno, disposte negli anfratti della città rupestre e visibili a grandezza d’uomo, via via si illuminavano catapultando lo spettatore in una cornice inedita di emozioni.

Settimane a tavolino per scrivere il progetto, 12000 fascette, 2,5 km di tubo luminoso, 3 giornate di montaggio, 2 mesi di allestimento: un lavoro certosino “risarcito” da una grande quantità di consensi quello pensato e realizzato da una cordata di menti gravinesi e non operanti da anni nell’ambito della rievocazione storica e degli eventi sacri applicata al marketing territoriale, sotto la direzione artistica di Raffaella Lorusso chiamata a fare magie sui terrazzamenti della gravina.

«Alterno incoscienza a soddisfazione– commenta la Lorusso, con addosso ancora un cascame di emozioni- Non posso che ritenermi ben felice dello spettacolo di mercoledì e, in generale, davvero contenta di aver contribuito a rendere speciale l’atmosfera natalizia, regalando ancor più bellezza a quel paesaggio da sempre rivendicato da noi gravinesi».

Per coloro che non hanno potuto ammirare lo spettacolo fuori dal comune? Il cartellone degli appuntamenti di Lùmina è ancora ricco. La tradizione incontrerà la fede domani, sabato 16 dicembre, sempre alle 20.30; nuove date da segnare sul calendario, quelle di domenica 17 e sabato 23 dicembre, sempre alla stessa ora. Carica di suggestioni sarà poi la performance prevista per la mezzanotte e mezza del 25 dicembre, dopo la liturgia natalizia. E poi, di nuovo, il 30 dicembre alle 20.30.

Zeppo di sorprese ancora top secret il programma di gennaio.