FURTI DI RAME SULLE LINEE FAL: LA DENUNCIA DELLA CONFCONSUMATORI DI ALTAMURA.

La Confconsumatori di Altamura esprime la propria preoccupazione e piena solidarietà nei confronti dei pendolari e degli utenti e verso la Dirigenza delle Ferrovie Appulo Lucane a seguito dei furti di rame e materiale elettronico che sono stati ripetutamente rubati dalle sedi ferroviarie. Dall’inizio del 2018 sono stati ben 7 gli episodi avvenuti nel giro di una ventina di giorni.

Ci troviamo di fronte ad un evento delinquenziale considerato erroneamente marginale e fin troppo sottovalutato che invece ha caratteristiche che meritano attenzione e contrasto deciso da parte degli organi di polizia in collaborazione con le aziende ferroviarie interessate nel tentativo di bloccare e debellare un vero e proprio flagello dai mille risvolti e dagli insidiosi pericoli.

La Confconsumatori di Altamura ritiene queste continue azioni di devastazione un vero e proprio “atto criminale” che, oltre al notevole danno economico per l’intera collettività, minano seriamente e continuamente la funzionalità del servizio ferroviario e la sicurezza dei passeggeri. Dalla documentazione raccolta dalla nostra associazione ci troviamo di fronte a veri e propri atti di vandalismo che vanno ben oltre il danno materiale e che mettono seriamente a dura prova il normale svolgimento del servizio del trasporto pubblico su rotaie che interessa giornalmente decine di migliaia di cittadini.

La Confconsumatori di Altamura fa quindi appello agli Organi di Stato preposti al controllo del territorio a concentrare attenzione e risorse umane ed investigative sul fronte della prevenzione e del contrasto alla ricettazione di materiale metallico frutto di furti che si stanno sempre più concentrando principalmente ai margini delle vie di trasporto ferroviarie.

Invitiamo, altresì, la popolazione a segnalare con la massima rapidità a chi di dovere qualunque azione sospetta che possa aiutare a mettere fine a questo stillicidio di materiali che vedono soprattutto gli utenti, i viaggiatori ed i pendolari ad essere i primi a dover pagare il conto.

La Confconsumatori di Altamura continuerà al fianco delle istituzioni preposte la propria azione di vigilanza sugli sviluppi della vicenda garantendo il proprio massimo impegno per il rispetto della legalità a tutela della sicurezza dei viaggiatori e degli utenti del Trasporto Pubblico Locale come presidio fondamentale di sviluppo civile in tutti i campi della vita sociale del territorio.

Scritto da: Salvatore Divincenzo.