Categorie
Cultura Spettacolo

Trulli Tales: Alberobello protagonista sul piccolo schermo dei bambini.

Trulli Tales. Le avventure dei Trullalleri‘ è una nuova serie animata per bambini, ambientata ad Alberobello, che dall’11 dicembre sarà trasmessa in diverse parti del Mondo tra cui l’Europa, l’Africa e il Medioriente.

Nata dalla mente delle sorelle leccesi Maria Elena e Fiorella Congedo e di cui Disney ha acquistato i diritti per mandarla in onda in Europa, Africa e Medioriente.

Il cartone, ambientato fra le antiche costruzioni coniche in pietra pugliesi, andrà in onda tutti i giorni su Disney Junior (canale 611 di Sky) e, dalla prossima primavera, anche su Rai Yo Yo: un regno incantato ai piedi di un uliveto secolare, un ricettario segreto, una fornaia e quattro piccoli giovani apprendisti della scuola di cucina di ‘Trullolandia‘ animeranno i 52 episodi, da 11 minuti.

E’ qui che i piccoli protagonisti saranno impegnati a realizzare le ricette del libro parlante di Nonnatrulla, che si apre con una goccia di olio d’oliva. E anche a sventare, con l’aiuto di Miss Frisella, i sinistri piani del buffo e pasticcione Copperpot.

Sarà bellissimo – spiega Maria Elena Congedo – quando i bambini scopriranno che Trullolandia esiste davvero e si trova in Puglia, terra di cui vogliamo esportare l’essenza, la bellezza e la sua semplicità“.

In onda, dunque, non ci saranno solo ricette pugliesi.

Certo, non poteva mancare la puntata sui tarallini, ma ce ne sarà anche una sugli squisiti muffin.

Ci auguriamo che i bambini capiscano che cucinare è bello – prosegue Congedo – e che lo facciano con la loro famiglia proprio come è accaduto a noi qui in Puglia dove cucinare significa anche prendersi cura dell’altro“.

 

Scritto da: Salvatore Divincenzo.

 

Salvatore Divincenzo

Di Salvatore Divincenzo

Laureando in Lettere con indirizzo "Cultura Teatrale", presso l'Università degli studi di Bari. Consegue la maturità al liceo scientifico "G. Tarantino", indirizzo tecnologico, con ottimi risultati.
Nel 2012 partecipa al convegno "Lingue e dialetti di Italia", presso la Fondazione Ettore Pomarici Santomasi, riconosciuto a livello nazionale.
Si diletta nella recitazione teatrale e nella scrittura.