Fuori dal Tempo – Esperienza di astronomia notturna

Condotto da Antonio Moramarco e Gaspare Tancredi, un interessante viaggio alla scoperta delle galassie, nella magica cornice Murgiana.

Nelle campagne di Altamura il 22 agosto intorno alle 2.00 del mattino, si è svolto un importante incontro adatto a persone di tutte l’età.

Cos’è accaduto? Scopriamolo insieme a Michele Santarcangelo.

L’evento organizzato da Antonio Moramarco e Gaspare Tancredi, ha lo scopo di contemplare in collettivo il cielo, il quale offre svariate stelle e galassie; la location è quasi del tutto priva di luci affinché si possa osservare meglio il firmamento. Ovviamente non è di uso comune collocare un evento in questa fascia oraria, nonostante siano le due del mattino, c’è la partecipazione da parte di una cinquantina di persone, con una fascia di età media stimabile tra i 20 e i 30 anni circa. Antonio e Gaspare hanno il compito di condurre i partecipanti attraverso l’osservazione della nostra porzione di universo, spiegando in primo luogo la scelta di aver voluto incontrarsi alle due del mattino e non in prima serata, infatti sono visibili determinate costellazioni che in questo periodo dell’anno compaiono solo nel cuore della notte. Le descrizioni delle costellazioni partono dalla voce di Gaspare, che riesce sin da subito a catturare l’attenzione dei presenti, puntando le stelle luminose, cercando di spiegare i vari motivi per cui abbiano quei determinati nomi. Bisogna giocare un po’ con la fantasia, ma non solo!

Per riuscire a vedere stelle o nebulose, le quali talvolta possono apparire più fioche, c’è un sistema molto semplice ma altrettanto efficace: basta individuare la porzione di spazio che vogliamo osservare e poi puntare lo sguardo su un’aria limitrofa, in maniera tale da scorgere il punto reale con la coda dell’occhio, quest’ultima ha una sensibilità diversa che permette di scrutare meglio il cielo, utilizzando così il metodo della “visione distorta”. Poi i ragazzi cominciano a descrivere le varie galassie con l’ausilio di un laser, le due guide tracciano i tratti da stella a stella, congiungendo i punti della galassia dell’Auriga, passando da quella del Toro, poi da Andromeda alla vicina Pegaso, il tutto condito dalle storie e miti che aggiungono un fascino aggiuntivo ad esse. Prima di congedarsi gli organizzatori offrono ai presenti una “cartina” con cui poter riconoscere autonomamente tutte le costellazioni osservate durante la guida.

Antonio e Gaspare sono riusciti a creare un’atmosfera tutta da gustare nel silenzio della notte, qualcosa che può aprirci a nuove prospettive, forme alternative di intrattenimento, arricchito da perle di conoscenza. Appuntamento insolito, di sicuro molto gradito dai partecipanti. Per maggiori informazioni cliccate sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/studentsforsky/

Nelle foto: Antonio Moramarco e Gaspare Tancredi

Cartina Astrale a cura di Antonio Moramarco.

Articolo by Michele Santarcangelo.