Categorie
Ambiente & Territorio Cultura Luoghi da Visitare News

Matera2019: Presentazione del programma ufficiale di Matera 2019

Matera2019: Presentazione del programma ufficiale di Matera 2019

#OpenFuture

Una presentazione ricca di novità per l’anno da Capitale Europea della Cultura della lucana Matera quella durante la mattinata di oggi. A condurre la conferenza stampa di presentazione Marino Sinibaldi, direttore di Radio Rai 3.

Numerosi gli interventi susseguiti.

Il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri ha così commentato: “Matera è una città che vive il presente come anticipazione del futuro. Lo sviluppo è il motore trainante di Matera, che deve diventare attrattiva culturale e imprenditoriale. Un luogo di creatività e solo insieme possiamo creare il futuro di questa città. E’ questo lo spirito di Matera 2019.”

La vice Presidente della Regione Basilicata Flavia Franconi: “Sono onorata di presentare questo lavoro fatto per Matera 2019. E’ una sfida per la città ma parliamo di una città con 8.000 anni di storia. Questo è sintonomo non di vecchiaia ma di giovinezza perchè Matera vuole collegare in modo nuovo futuro e sostenibiltà. Certo siamo al Sud, un Sud che troppo spesso è trascurato e sottovalutato, ma quello stesso Sud è capace di grandi cose. Matera rappresenta una delle grandi cose che il Sud ha fatto e che sta portando avanti, è un volto nuovo di una realtà meridionale che affinchè sia diverso, in grado di fare e andare avanti con la propria identità non dev’essere sottomessa solo alla civiltà dell’efficenza, ma dell’umanità.”

Salvatore Adduce, Presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019: “Non siamo un pezzo sperduto dell’Europa, siamo un posto ricco di risorse, energie ed intelligenze in grado di produrre con un percorso lungo secoli delle cose straordinarie. Questo è frutto di un progetto per far diventare questa città un luogo eccellente per le grandi produzioni culturali europee. E’ questo è il succo del programma. Non solo Milano, Parigi, Torino devono essere centri culturali, ma anche il nostro.”

Paolo Verri, direttore di Matera 2019: “E’ un luogo straordinario quello dei Sassi. I cittadini saranno protagonisti, e un invito a chi viene da fuori è quello di portare un oggetto culturale a casa nostra, portare la loro identità. A fine anno avremo un’ultima mostra fatta proprio dai visitatori. Parliamo di ‘Cittadini temporanei’, affinchè chi viene possa visitare con responsabilità nella visita, la stessa responsabilità di chi anche accoglie.”

Un commento anche da parte del cantautore Max Gazzè, protagonista di ‘MateraRadio’: “Ho apprezzato grazie al “Basilicata Coast to Coast” la grande varietà di paesaggio straordinario che questo posto possiede, una terra piccola con atmosfera unica. Passando in tutta la Basilicata con le riprese me ne sono innamorato, questa terra mi ha regalato mi ha regalato sorprese. Se la Basilicata è passata dal locale al globale è merito anche della sua bellezza. Molti turisti dal mondo vengono qui, e per me è un piacere e onore essere qui fra voi in questa occasione.”

 

Ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli ha concluso: “ Il ruolo che abbiamo è importante per Matera e per il territorio che abbiamo intorno, quali regioni, operatori economici, abbiamo creato un dialogo tra hotel, strutture ricettive, porti, siamo in una zona in cui vi sono aeroporti.  Dobbiamo avere delle ambizioni altissime ma solo se ci sono dialoghi e confronti potremo raggiungere l’obbiettivo. Di Matera si parla in tutta italia e tutta l’Italia si è resa disponibile per questo. Con queste premesse il Mibac avrà un ruolo di stimolo, come sparring partner, un ruolo di raccordo, nel coinvolgimento attivo di tutti i soggetti, infine aiuteremo nella raccolta di disponibilità da parte di istituzioni che fanno parte di tutto lo Stivale che partecipano al progetto in una sorta di Off Matera”.

 

Si parte il 19 Gennaio con una cerimonia inaugurale che coinvolgerà bande musicali e marcianti provenienti dall’intera Regione, ma anche da 27 capitali europee della cultura che convergeranno su Matera in un grande evento che coinvolgerà fino a 2000 musicisti, trasmesso in diretta dalla Rai, animato anche da pranzi conviviali di quartiere, fino al progetto Social Lightche al calar del sole che illuminerà i Sassi a lume di candela. Si tratta di un momento simbolico che giunge a 25 anni dall’ingresso dei Sassi di Matera nel Patrimonio dell’Unesco, non più “Vergogna di Italia”, ma capitale della cultura. Il progetto si espande fuori dal centro storico (in quella che è la 17ma città di Italia per estensione) ed oltre i confini, in una grande festa che coinvolge tutto il territorio regionale (in 131 comuni) e non solo. Nel corso dell’anno inoltre si chiederà alle persone che provengono da fuori di lasciare una testimonianza, un qualcosa che rappresenta la propria personale idea di cultura. Tutti gli oggetti raccolti saranno protagonisti di una mostra curata e partecipativa che concluderà il 2019.

 

Tra i vari partner: Enel, Intesa San Paolo, Amaro Lucano, Tim.