Cibo, turismo e salute sono le direttrici dell’agroalimentare del futuro.

 

Sarà proprio la Capitale Europea della cultura 2019 Matera il luogo prioritario dove veicolare i messaggi sulla relazione tra cibo e cultura ospitata nella più importante manifestazione internazionale e massima vetrina dedicata al cibo buono, pulito, giusto e sano per tutti, quale è il Salone del Gusto Terra Madre.

A novembre, a Matera asta del tartufo bianco lucano in contemporanea a quella di Alba.”

Lo ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia intervenendo al convegno “La Cultura e il cibo, Regione Piemonte e Matera-Basilicata 2019”.

La relazione tra cibo e cultura, ma anche i temi della produzione culturale, della resilienza, dell’Open Future che sposa la tipicità, l’innovazione, l’identità territoriale, locale e globale, aprendosi all’Europa e al mondo. Le Vie del Pane, ad esempio, è uno dei progetti del dossier di candidatura che diventerà evento e racconto.

Piemonte e Basilicata in un ottimo gemellaggio con il tema Matera 2019 al centro del dibattito, che deve essere, come naturale proseguo dell’Anno del Cibo Italiano 2018, il luogo dove raccontare l’esperienza del cibo e dei prodotti di qualità legati ai territori, in un mercato oggi invaso purtroppo dal Made in Italy falsificato, fenomeno assolutamente da contrastare con tutte le nostre forze. Abbiamo, con le regioni, il dovere di raccontare il nostro cibo e le sue caratteristiche. Abbiamo il dovere di mangiare e far mangiare bene.”

Ospite del convegno, anche Federico Quaranta, innamorato della Basilicata e delle eccellenze agroalimenari lucane, testimonial eccezionale della Basilicata Rurale con la puntata di Linea Verde dedicata alla transumanza approdata sul Lago Sirino, vissuta e registrata tra gli allevatori in prima persona facendo il percorso tra i paesaggi lucani, con entusiasmo.

Con Liliana Allena, infine – conclude l’Assessore Luca Braiaabbiamo lanciato l’evento dell’Asta del Tartufo bianco lucano che si terrà a Matera, in contemporanea con l’asta mondiale del tartufo di Alba, il prossimo 11 novembre e che presenteremo con apposita conferenza stampa nel mese di ottobre.

 

La Basilicata è presente con la collettiva regionale #GustoBasilicata a Torino, coordinata dal Dipartimento Politiche Agricole e Forestali, con un paniere di prodotti da presentare al grande pubblico e con 26 tra aziende agroalimentari lucane e aggregazioni di imprese (Consorzio di tutela Vulture Dop e Lucania Fine Quality Food rappresentata da 5 aziende).

Salumi naturali prodotti da suini allevati in bosco, salumi tipici e biologici, uva da tavola, olio extravergine d’oliva lucano, pasta secca anche biologica e prodotti da forno, vino Aglianico del Vulture e liquore a base di Aglianico e amarena, pezzente della collina materana, birra artigianale, fagiolo rosso scritto del Pantano, Pane di Matera IGP a cui si aggiungono i presidi Slow Food di Basilicata dell’Olio EVO Faresana, dell’oliva infornata di Ferrandina, della Pera Signora.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.