Categorie
Ambiente & Territorio Cultura Eventi News

Al Palazzo di Giustizia di Milano si parla di Gravina in Puglia

Al Palazzo di Giustizia di Milano si è parlato anche dell’area Botromagno di Gravina in Puglia e del Museo – Fondazione “Ettore Pomarici Santomasi”.

Ieri 26 Ottobre nell’Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Milano, in occasione del Primo Convegno della Commissione L.D.A. “Arte, Letteratura e Diritti Violati si è parlato del Linguaggio dell’arte e della sua funzione sociale.

Il Presidente dell’Ordine Avvocati, Avv. Remo Danovi, ha presentato la commissione arte illustrandone gli obiettivi: uno fra questi è dare a tutti gli iscritti, avvocati scrittori, avvocati pittori e così via, l’opportunità di cogliere alcune connessioni tra quello che è il Diritto, l’Arte e la Letteratura.

Molte le tematiche dunque affrontate durante il convegno sostenuto dall’Ordine degli Avvocati di MIlano e dalla Fondazione Forense di Milano: i falsi autori, l’autenticità e l’importanza del valorizzare un’opera d’arte, la funzione sociale del patrimonio artistico.

Partendo dalla Preistoria fino ai giorni nostri, ho voluto dare un denominatore comune a questa relazione per sottolineare quanto l’arte intesa in senso lato e compresiva di varie discipline come la pittura, scultura, musica, fotografia, architettura, danza, teatro, cinema, sia certamente una se non l’unica forma di linguaggio universale capace di abbattere innanzitutto la barriera linguistica. Linguaggio che ha sempre fatto parte dell’umanità ed in grado di influenzare periodi storici e comunità, in grado di portare innovazione e compiere rivoluzioni culturali, anche a distanza di tempo, soprattutto portando benefici alla collettività anche in termini economici.” – espone l’Avv. di origine pugliese Giuseppe Siniscalchi, ideatore di un nuovo ed originale tipo di pittura, pensiero artistico, filosofico, culturale: “Fronteversismo”. 

Nel territorio in Italia, tra Puglia e Basilicata – ha sottolineato l’Avv. Siniscalchi–  vi è un habitat rupestre in cui sono stati ritrovati segni risalenti a migrazioni di circa 400.000 anni fa dei primi uomini giunti in quel territorio. Durante il Darwind Day svoltosi a Bari nel 2005 il geologo Michele Maggiore dell’Università di Bari ha sostenuto lo stanziamento dell’uomo arcaico nella fascia centrale della Puglia, verificatosi nell’area della Murgia Alta tra Venosa, Palazzo San Gervasio e Gravina. Nell’area di Botromagno per esempio sono stati ritrovati dei cerchi sui sedimenti calcarei che presumibilmente è luogo antichissimo di svolgimento di riti arcaici al levar e calar del sole, ritrovamenti questi dalla grande valenza sociale. Per questi spunti storici ringrazio il prof. Franco Laiso, grande studioso del territorio di Gravina in Puglia. Tra i rari reperti del territorio prima citato e presenti presso il Museo – Fondazione “Ettore Pomarici Santomasi” una statuetta snodabile in terracotta del V secolo a.C. antenata della bambola snodabile dei nostri giorni.

E’ dunque importante prestar attenzione al linguaggio dell’arte perchè ha sempre fatto parte dell’umanità, sin dalla presistoria, e per essa ha importanza cruciale e centrale.”

 

Tra i relatori del Primo Convegno: Dott.ssa Maria Tavassi, Presidente della Corte d’Appello di Milano, il Dott. Roberto Bichi, Presidente del Tribunale di Milano, Avv. Remo Danovi Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Avv. Prof. Bruno Cavallone, Avv. Prof. Alessandra Donati, Avv, Cristina Manasse, Avv. Annapaola Negri Clementi, Dott. Claudio Marangoni e Avv. Giuseppe Siniscalchi.

 

Foto ©Avv. Giuseppe Siniscalchi