Categorie
Attualità

Dislessia: i videogiochi aiutano

L’utilizzo smisurato di videogiochi fa male, questo era già stato approvato da diversi studi, ma invece c’è un piccolo errore se pensiamo che facciano davvero male. Secondo uno studio condotto dall’Università di Padova due settimane di gioco si sono dimostrate efficaci quanto un anno di sviluppo, parliamo però di uno studio condotto su bambini dislessici.
L’Università di Padova ha deciso di prendere in esame un campione di 18 soggetti dell’età media di 9 anni, e gli studi hanno fatto mergere che alcuni videogiochi come il famoso Fortnite possono essere efficaci quanto un intero anno di sviluppo, aumentando la memoria uditiva e le capacità di lettura nei bambini affetti da dislessia.

Il gruppo di ricercatori condotto dai ricercatori Sandro Franceschini e Sara Bertone ha concentrato lo studio sui bambini dislessici tenendo conto della stimolazione visuo-attentiva che sembra migliorare dopo l’utilizzo dei videogiochi, addirittura facendo verificare un miglioramento della velocità di lettura e della memoria a breve termine a seconda dei punteggi ottenuti nei videogiochi.
I videogiochi sebbene aiutano i dislessici comunque ricordiamo di farne buon uso senza abusarne per tante ore.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.