Categorie
Ambiente & Territorio News Politica & Economia

Garanzia Giovani: attività del programma prorogate fino al 31 Maggio 2020

PROROGATE LE ATTIVITÀ DEL PIANO GARANZIA GIOVANI FINO AL 31 MAGGIO 2020

Con l’Atto Dirigenziale n. 190 del 31.7.2019 del Registro delle Determinazioni, la Regione Puglia ha prorogato tutte le attività del Programma Garanzia Giovani in favore dei NEET pugliesi, vale a dire ragazze e ragazzi dai 16 ai 30 anni non ancora compiuti che non studiano e che non lavorano.

La nuova data di scadenza del Piano è stata fissata al 31 maggio 2020.

Ciò consentirà di assicurare la prosecuzione di tutte le attività già in atto e quelle in partenza per un periodo congruo allo svolgimento.

Fino alla nuova data di scadenza sarà possibile continuare ad effettuare l’iscrizione al Programma per l’attivazione di una delle misure previste in favore dei NEET.

Nello specifico sarà possibile, dopo una prima fase di orientamento specialistico (misura 1C):
 Seguire corsi di formazione gratuiti (misura 2A) in diversi settori;
 Attivare un tirocinio extracurriculare (misura 5) della durata massima di 6 mesi presso varie aziende;
 Attivare un contratto lavorativo attraverso un accompagnamento al lavoro (misura 3).

 

Cos’è Garanzia Giovani? 

Garanzia Giovani rappresenta un’iniziativa importante, un’opportunità per i giovani tra i 15 e i 29 anni che non frequentano la scuola, l’università o un corso di formazione e che non hanno un lavoro.
Si tratta di importanti investimenti dedicati ai giovani NEET (acronimo dall’inglese Neither in Employment nor in Education or Training – ovvero persone che non lavorano, non frequentano scuole e non svolgono tirocini), per promuovere corsi di formazioni professionalizzanti per i giovani residenti nelle regioni italiane e nella provincia autonoma di Trento.

Un’opportunità importante per i giovani

Garanzia Giovani è un’opportunità da non perdere per aumentare il proprio bagaglio di esperienze e acquisire competenze importanti da spendere nel mondo del lavoro. Al momento dell’iscrizione è necessario avere tra i 15 e i 29 e risultare disoccupati ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo 150/2015 del 14 settembre 2015 e successive modifiche e integrazioni. Inoltre, per prendere parte all’iniziativa occorre non essere iscritti ad alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale, inclusi tirocini che vengono considerati parte dell’esperienza formativa.
Sono inclusi e possono iscriversi al programma giovani migranti extracomunitari o rifugiati politici che frequentano corsi di formazione base per l’acquisizione di competenze linguistiche. Anche cittadini comunitari o stranieri extra UE con residenza in Italia possono aderire.

Come iscriversi a Garanzia Giovani

I giovani che vogliono partecipare al progetto Garanzia Giovani possono iscriversi attraverso il portale dedicato (clicca qui) e scegliere l’ufficio per l’impiego regionale dove si vuole attivare il percorso di inserimento lavorativo e di formazione. Il centro per l’impiego scelto provvederà poi a contattare il candidato: per questo è importante inserire un indirizzo email di riferimento che si consulta regolarmente.
Ci si può iscrivere fino al giorno prima del compimento del trentesimo anno di età. È possibile scegliere una sola regione, e si può selezionare anche una regione diversa da quella di residenza, purché aderisca al programma.

Cosa include Garanzia Giovani

I servizi e le opportunità offerte da Garanzia Giovani includono, tra le altre cose:

  • informazioni di carattere generale
  • colloqui mirati con consulenza orientativa
  • orientamento per giovani svantaggiati
  • formazione mirata all’inserimento lavorativo
  • accompagnamento al lavoro
  • sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità, incluso il supporto allo start up di impresa
  • informazioni sulla mobilità professionale e transnazionale
Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.