Sono aperte le prenotazioni per partecipare ai due grandi eventi serali organizzati alla Cava del Sole a Matera nell’ambito del progetto “Materadio. La festa di Rai Radio3” coprodotto per il nono anno consecutivo dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e da Rai Radio3.

Lo rende noto l’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019.

Venerdì 13 settembre, alle ore 20.30, nella Cava del Sole, si esibiranno due fra i più grandi musicisti della storia del jazz mondiale, il sassofonista norvegese, Jan Garbarek, per la prima volta a Matera, e il percussionista Trilok Gurtu (Accesso con passaporto per Matera 2019 e prenotazione su www.materaevents.it o in InfoPoint – POSTI A SEDERE).

Il concerto, organizzato in collaborazione con l’Onyx Jazz Club, vedrà sul palco il pianista e tastierista tedesco Rainer Brüninghaus, che è parte del gruppo da trent’anni, il bassista brasiliano Yuri Daniel e il percussionista indiano Trilok Gurtu. Nessuno suona il sassofono come Jan Garbarek. Tantissimi musicisti sono stati influenzati dal suo suono, spesso descritto come innodico, lirico, vocale, etereo, meditativo e sicuramente scandinavo. Gli innumerevoli album pubblicati, i concerti nelle sale più importanti del mondo, la prolungata collaborazione con Keith Jarrett e l’opera senza precedenti con l’Hilliard Ensemble, hanno dato al sassofonista norvegese una popolarità senza confini di genere.

Il secondo appuntamento alla Cava del Sole, nell’ambito sempre di Materadio, sarà sabato 14 settembre con MaTà coprodotto dalla Fondazione Notte della Taranta e dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 (Accesso con passaporto per Matera 2019 e prenotazione su www.materaevents.it o in InfoPoint – POSTI IN PIEDI). La Notte della taranta, con il suo festival e con i suoi spettacoli in tour, esplora le verità nuove e impellenti della pizzica nell’inevitabile flusso della musica. E’ ricerca costante di un nuovo centro di energia. Energia primordiale che struttura le cose, e che ci permette di vibrare in perfetta sintonia con la natura circostante per una ricontestualizzazione della funzione curativa della pizzica, per esorcizzare i mali di oggi. Fulcro di tutto il ritmo del tamburello, un ritmo che è chiave essenziale per ritrovare il centro di noi stessi. Il centro per afferrare la sostanza della musica che significa essere pronti ad intraprendere una ricerca che non terminerà mai. Cresciuta negli anni, l’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta”, diretta dal maestro Daniele Durante, è oggi composta da musicisti di pizzica e musica popolare di tutto il Salento.

Non mancheranno, durante la serata, sorprese con ospiti internazionali.

Ma i concerti di Jan Garbarek e la Notte della Taranta sono solo due del ricco mosaico di appuntamenti in programma in questa speciale edizione di Materadio che si terrà dal 13 al 15 settembre con una straordinaria anteprima giovedì 12 settembre a Pisticci Scalo.

Nell’inedita cornice di Essenza Lucano, alle ore 21 sarà la grande cantante italiana Teresa De Sio ad esibirsi in un programma denominato “Ragione e Sentimento”. Sarà l’occasione non solo per ascoltare la grande artista, ma anche per esplorare, in anteprima, questo spazio espositivo in grado di portare il visitatore a immergersi nella storia della famiglia Vena e dell’Amaro Lucano, a partire dalle erbe alla base del prodotto, attraverso un’esperienza tecnologica con video e tool interattivi, volta a valorizzare il legame tra Lucano e la Basilicata. Essenza Lucano potrà essere raggiunto tramite servizio navetta da Matera da Piazza Matteotti alle 19.30 e ritorno ore 22.30. Materadio, invece, inizierà venerdì, 13 settembre, alle ore 16 nell’auditorium Gervasio in piazza Sedile con un omaggio a Andrea Camilleri attraverso le parole di Roberto Nobile e Mimmo Cuticchio.

Il tema di questa edizione è “I Sud”, un titolo che indica la necessità di parlare di una parte del mondo definita non solo da una sua identità geografica, ma da un intreccio di criticità e di risorse che non è più possibile rimuovere.

Gli artisti, gli ospiti, i temi di questa edizione di Materadio sono stati scelti nel modo il più possibile coerente per offrire idee, voci, suoni che ci aiutino a rappresentare e capire i Sud: da Mimmo Cuticchio a Vito Mancuso, dagli storici Alessandro Vanoli e Amedeo Feniello, fino ai musicisti Rinaldo Alessandrini, Teresa De Sio, Trilok Gurtu, Jan Garbarek e Modena City Ramblers, passando per gli spettacoli di Enzo Moscato, Mario Gelardi e Pasquale Scialò e dalle riflessioni del sindacalista Aboubakar Soumahoro e di Goffredo Fofi, fino a cercare di scoprire com’è Matera vista dalla luna grazie a Samantha Cristoforetti.

Programmi, interviste, dibattiti, spettacoli a cui il pubblico potrà partecipare per radio e dal vivo, unendosi soprattutto a una festa, che chi ha assistito fisicamente o ascoltato radiofonicamente non può ignorare.

Eccetto i due concerti serali, tutti gli appuntamenti in programma saranno ad accesso libero fino ad esaurimento posti e si terranno fra l’Auditorium Gervasio e Piazza Francesco, nella quale sarà allestito anche per quest’anno il Materadio Village, uno spazio di incontro e confronto con i protagonisti di Matera 2019 e Materadio, allestito dall’Open Design School.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.