Categorie
Attualità

Altamura Campo65: richiesta targa in ricordo di Fiumani e Dalmati

Il Comitato 10 Febbraio Regione Puglia ha formalmente richiesto, per mezzo di una nota indirizzata
all’Amministrazione Comunale di Altamura, l’installazione di una targa all’ingresso del Campo 65
a ricordo degli esuli Istriani, Fiumani e Dalmati che vi furono relegati al termine del secondo
Conflitto Mondiale.

Dal 1943 al 1945 oltre 10.000 furono gli italiani massacrati nelle foibe da partigiani titini, 350.000
gli esuli costretti ad abbandonare le proprie case, la propria terra pur di non rinunciare alla propria
identità. Un dramma, questo, riconosciuto dalla Repubblica Italiana con la legge nr. 92/2004.

Il CRP di Altamura, uno dei 109 Centri di raccolta profughi Italiani in cui transitarono esuli istriani,
fiumani e dalmati, ha rappresentato un punto nevralgico per l’esodo forzato: un sito in cui sono
anche nati figli di esuli.

Il Comitato 10 Febbraio ha negli anni condotto in loco alcune famiglie di esuli dalmati che hanno
vissuto in quel campo, contribuito a svolgere in collaborazione con l’amministrazione comunale
altamurana attività di informazione ad alcune classi di studenti, ricostruito grazie ad alcune preziose
testimonianze quali quella di Nino Divella e Franca Stepcevich, la storia di quegli anni.

In ultimo, dopo un’attività preliminare di ricerca, l’associazione sta curando anche grazie alla
collaborazione con la Società Studi Fiumani, la redazione di una pubblicazione contenente una
raccolta di testimonianze di Istriani Fiumani e Dalmati che hanno vissuto nel Campo.

Confidiamo nell’accoglimento della proposta presentata che si inserisce nella già proficua attività
svolta in collaborazione con l’Amministrazione Comunale al fine di far conoscere sul territorio un
dramma Italiano per troppi anni nascosto.

Affinchè non si abbia a ripetere mai più.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.