Categorie
Ambiente & Territorio Attualità Politica & Economia Progetti

Infrastrutture: 250 milioni di euro per la nuova statale 16 tra Bari e Mola

NUOVA STATALE 16 TRA BARI E MOLA: RAGGIUNTO ACCORDO CON I COMUNI ALLA PRESENZA DEL VICEMINISTRO CANCELLERI E DELL’ASSESSORE GIANNINI

E’ stato firmato negli uffici dell’assessorato regionale alle infrastrutture e trasporti – l’accordo per la variante alla strada statale 16 nel tratto tra Bari e Mola.

L’accordo è stato raggiunto alla presenza del viceministro alle Infrastrutture, Giovanni Cancelleri, dell’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, del sindaco di Bari, Antonio Decaro  del sindaco di Noicattaro, Raimondo Innamorato, del sindaco di Triggiano, Antonio Donatelli,  del  sindaco di Mola di Bari, Giuseppe Colonna e dei rappresentanti dell’Anas.

la firma dei sindaci dei comuni per la realizzazione della nuova statale 16

L’investimento sarà di 250 milioni di euro e le obbligazioni giuridicamente vincolanti (gli appalti dopo la progettazione) dovranno arrivare entro il 31 dicembre 2021.

La conferenza dei servizi sarà convocata all’inizio dell’anno prossimo per definire gli ultimi dettagli e far partire le procedure per la costruzione. L’Anas realizzerà a sud di Bari una nuova bretella a sei corsie di circa 18 km tra la tangenziale a Bari-Mungivacca, passando all’interno per Triggiano, Noicattaro e Mola, che è un tratto attualmente del tutto insufficiente a garantire collegamenti rapidi e sicuri tra il nord e il sud della Puglia.

Condivido – ha detto Gianninicon il viceministro Cancelleri un pensiero: noi avevamo visto giusto quando abbiamo deciso di perseguire la condivisione di tutti i comuni per la soluzione da adottare per la statale 16.

Ci siamo riusciti e siamo fortemente gratificati dallo sforzo e dall’impegno profuso. 

Adesso dobbiamo fare presto: la scadenza del 31 dicembre 2021 è domani, abbiamo la possibilità di risolvere un grande problema che non è solo dei comuni interessati o della città metropolitana di Bari se si pensa che quell’arteria è l’unico collegamento tra il sud e il nord della Puglia e che eliminiamo un collo di bottiglia che ha inferto tanta sofferenza e tante vittime della strada in questi anni. Andiamo avanti e risolviamo le questioni con l’aiuto di Anas e finalmente questa soluzione non solo consentirà ai baresi di andare al mare in molto meno tempo, ma anche ai siciliani come il viceministro di transitare molto più velocemente se volesse viaggiare in macchina”.

“Oggi – ha aggiunto Giannini –  è una giornata importante e abbiamo raggiunto un  grande obiettivo che non bisogna perdere di vista. L’attuale SS 16 è nota per essere la strada italiana con la più alta densità di traffico e con la maggiore incidentalità. L’opera, quindi, porterà al risultato del decongestionamento del traffico, del contenimento delle emissioni di CO2 in atmosfera, oltre che di standard di sicurezza nella circolazione più elevati. Non vanno sottovalutati neanche gli effetti che l’apertura del cantiere produrrà sui livelli occupazionali.”

“Questa è un’opera straordinaria – ha commentato Antonio Decaro, Sindaco di Bari che cambierà davvero il volto del nostro territorio e che finalmente eliminerà le lunghe file di auto che si creano sulla Strada Statale 16 nel tratto tra Bari e Mola. Quella che oggi è la Statale 16 diventerà una strada metropolitana con alberi, marciapiedi e un percorso ciclabile.” 

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.