Teodoro Corbo, la fotografia è arte!

Il mondo con un click, una passione, una macchina fotografica e un borsone per il viaggio.

Polignano a Mare
Polignano a Mare (Puglia), quando la forza della natura incontra l’uomo. Mareggiata con onde oltre 3 metri.

Teodoro Corbo per gli amici “Teod” ha 28 anni ed è nato e cresciuto a Melfi, una piccola città Lucana. È incredibilmente legato alla sua Basilicata, è da qui che nasce la sua battaglia per la valorizzazione del territorio attraverso la fotografia.

Proprio sulla base di ciò da poco ha fondato Basilicata in foto e ha condiviso con le persone che lo seguono un progetto creato con 3 amici “The Lucanum Way” un viaggio alla scoperta della Basilicata.

Ha sempre avuto un debole per l’arte, ma non ha mai approfondito questa attrazione fino al dicembre 2016 quando, dopo una profonda delusione, ha acquistato la sua prima reflex. 

Da subito se ne innamora pazzamente affiancandola al suo amore per il viaggio, un mix che per Teod equivale alla “vita”. Giorno dopo giorno, libro dopo libro accresce le sue conoscenze in campo fotografico, il tutto da autodidatta senza aver mai svolto un solo corso.

La redazione di MadeinMurgia.org ha conosciuto questo artista della fotografia attraverso il web è ha colto l’occasione per intervistarlo.

Conosciamolo insieme. A voi un estratto della sua intervista:

Per me dire che la fotografia è una singola passione sarebbe davvero riduttivo, per me la fotografia è una vera cura del colore per una vita a volte troppo nera. A livello professionale il mio attuale lavoro non ha nessun legame con la fotografia… Ma ciò non mi ha tolto la possibilità di poter collaborare, lavorare per dei marchi: Canon, Gobe, Pluto Trigger, evecase… Attualmente Haida Filter, Bottega Fine Art, Lucanum, The Heat company e Northern frontier.

Come nasce la tua passione per la fotografia?

Sono sempre stato attratto dall’arte, e tre anni fa “grazie” a un periodo difficile ho preso in mano la mia prima reflex… Ecco perché quando si parla di fotografia la paragono a un medicinale, Questo incontro ha rappresentato una vera e propria ancora di salvezza. La fotografia per me è una cura del colore per una vita a volte troppo nera.

Quali sono i soggetti dei tuoi scatti, segui un tema in particolare o altro?

Sono un paesaggista, i miei soggetti preferiti sono la natura, montagne, mare, Borghi… Tutti i paesaggi che suscitano in me emozioni!

 La fotografia narra, le tue foto cosa raccontano?

Voglio risponderti con una delle mie citazioni preferite di Ansel Adams: “Non fai solo una fotografia con una macchina fotografica. Tu metti nella fotografia tutte le immagini che hai visto. I libri che hai letto. La musica che hai sentito. E le persone che hai amato”. Raccontare con una fotografia non è semplice, per questo racconto di me. In ogni fotografia ci metto me stesso, ci metto tutto il mio mondo e tutto ciò che provo!

 Hai partecipato a concorsi, hai ricevuto riconoscimenti?

Si, il più recente, una settimana fa mi sono aggiudicato il primo premio del concorso “Matera Basilicata 2019: Paesi Lucani” organizzato da Pro-Loco Viggiano

Hai associato la fotografia ai tuoi viaggi, quali i luoghi più suggestivi che hai visitato?

Io credo che ognuno di noi debba viaggiare. Arricchisce anima e mente. In ogni viaggio lascio un pezzetto di me, ma in cambio rientro con una fotografia. Una fotografia che ti da il potere di rivivere e ripercorrere attimi che solo tu puoi capire. Questo mix è vita! Sicuramente il luogo più suggestivo che ho visitato è l’India. Ti travolge totalmente, corpo e anima… Colori, odori, visi, spiritualità. L’India mi ha insegnato tanto, soprattutto a vedere! “Se prima riuscivo ad apprezzare quello che avevo, oggi riesco a non farmi mancare quello che non ho! A breve calcolo di ritornarci con Fotoviaggi, un progetto appena nato da me e un amico, creato per studiare e organizzare tour nel mondo soprattutto dal punto di vista fotografico.

Sei legato in particolar modo ad Associazioni?

Nella mia prima presentazione fotografica sono stato ospite di un’associazione che tengo a ringraziare, Foggia FotoCineClub. Mentre in passato ho collaborato con Yallers Italia associazione no profit per la valorizzazione del territorio, che mi ha dato una grossa mano nel supportare la mia regione Basilicata di cui sono totalmente innamorato. Ora sono particolarmente legato a “Fotografia Paesaggistica Italiana” a cui devo la mia crescita fotografica!

 Quali i tuoi progetti per il futuro?

Odio fare progetti a lungo termine, vivo la vita come viene… Ma sicuramente tutto ciò che verrà sarà legato alla fotografia, al viaggio e alla mia splendida regione! Almeno spero!

Quali consigli tecnici daresti a chi ha una passione come la tua?

Non basterebbe un libro per questa risposta quindi mi limito a consigliare le cose che per me hanno fatto la differenza; guardate, leggete e scattate! 

Vorrei ringraziarti per l’intervista e ringraziare MadeinMurgia.org. Nonché approfittarne per mandare un forte abbraccio a tutti quelli che mi seguono e che mi supportano guardando al di là di ogni mia foto. Niente e nessuno potrà mai sostituire il calore che le persone riescono a trasmettermi ogni giorno. Ad maiora! E soprattutto “buona luce”! ️

Teodoro ha pubblicato i suoi scatti su testate rinomate e ha ricevuto diversi premi:

2017 – “Vogue Italia” pubblica 4 miei scatti in un articolo online sul Gargano 

2018 – “Quel che non sapevi” pubblica in un articolo online una mia foto di Craco 

2018 – attestato di merito al concorso “metti a fuoco un’emozione” a Trivigno

2018 – “La Repubblica” pubblica una mia foto di Pietrapertosa

2018 – Primo posto nel contest inverno nei borghi organizzato da Yallers

2018 – La mia foto di Pietrapertosa viene pubblicata sulla rivista “Borghi Magazine” 

2018 – “Il fatto quotidiano” pubblica una mia foto di Castellaneta in un articolo online

2019 – “La Repubblica” pubblica il video progetto “The Lucanum Way”

2019 – “La Repubblica” pubblica una mia foto di Matera

2019 – Primo premio del concorso “Matera Basilicata

2019 – Paesi Lucani” organizzato da Pro-Loco Viggiano

Non ci resta che ammirare gli scatti di Teod, buona visione!