INAUGURATA LA COMMUNITY LIBRARY DI BITONTO: UNA BIBLIOTECA POLICENTRICA SU SEI PRESIDI CHE INCLUDE LA DIGITAL LIBRARY

Sei biblioteche collegate in rete. Una digital library. Servizi pubblici e innovativi. Tutto questo prende il via da oggi con l’importante inaugurazione a Bitonto della prima Community Library policentrica finanziata dalla Regione Puglia.

Abbiamo inaugurato la Community Library policentrica della Puglia, nel Comune di Bitonto, che rientra nel grande investimento della Regione su tutto il territorio per creare spazi di aggregazione, studio, formazione. Le Biblioteche di Comunità già aperte e operative sono 14, in tutto ne sorgeranno 117, grazie a un imponente investimento di 120 milioni di euro che la Regione ha destinato alla valorizzazione del suo patrimonio e alla cultura” ha dichiarato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Il progetto del Comune di Bitonto si chiama “Polibris”ed è realizzato grazie a un finanziamento regionale di 950mila euro (fondi Fesr-Por 2014-2020) nell’ambito dell’avviso pubblico delle Community Library per il rilancio del patrimonio culturale, in termini di valorizzazione e migliore fruizione.

La Regione ha infatti dato vita dal 2018 al più imponente investimento fatto in Europa nelle biblioteche pubbliche, sostenendo enti locali, scuole e università.

La Community Library inaugurata a Bitonto incrementa i servizi culturali sull’intero territorio comunale: è un progetto innovativo, che permetterà  alla città di avere più sedi interconnesse per usufruire di tutti i servizi di una biblioteca aggiornata ai tempi del digitale. I poli di questa rete sono il Centro Tecnologico FabLab Poliba, la Biblioteca comunale “Eustachio Rogadeo”, il Circolo didattico “Nicola Fornelli”, il Laboratorio urbano “Officine Culturali” e due aule scolastiche dell’Istituto comprensivo “don Tonino Bello” per le frazioni di Mariotto e Palombaio. In questi nuovi spazi, in base a quanto previsto dal progetto, sarà offerta la possibilità di formarsi attraverso la realtà virtuale, la manifattura ed il disegno digitale, l’interattività dei contenuti applicata a molti campi della conoscenza, con l’obiettivo di promuovere una nuova cittadinanza digitale alla portata di piccoli e grandi e di ampliare l’accesso alle risorse culturali, proiettando un impatto positivo sulla comunità.

All’interno della zona artigianale di Bitonto del Fablab Poliba del Politecnico di Bari, associazioni di giovani artisti e professionisti (laureati in design, architettura ed ingegneria) con l’ausilio di strumentazione hi-tech di altissimo livello, sperimentano e producono progetti innovativi. Gli arredi (tavoli, sedie e vetrine) delle sei sedi della biblioteca policentrica sono interamente autoprodotti (il poligrafo taglia la betulla e il computer crea gli inserti per completare gli arredi).

Tra l’altro, sono state già realizzate nel Fablab anche una copertura prototipale di area archeologica ed i tasselli per le scenografie del Petruzzelli per la Bohème.

Questa è cultura – ha detto l‘assessore all’Industria turistica e culturale Loredana Caponequesta è creatività, questa è la terza missione della Università: istituzioni e associazioni, professionisti e artisti, bambini e docenti per la costituzione di una comunità di pratiche in grado di fare dell’identità e della trasmissione del sapere una fonte di sviluppo”.

All’inaugurazione, insieme alla dirigente del Dipartimento Economia della cultura sezione valorizzazione territoriale, Silvia Pellegrini, c’è stato il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio: “La Regione Puglia ha scelto, in controtendenza nazionale,  di investire nella lettura – ha detto il sindaco – e noi abbiamo risposto in modo entusiasta. La comunità del libro bitontino non solo vanta sei nuovi punti lettura, ma un polo digitale librario che sarà implementato giorno dopo giorno. Attrezzature e portale internet per consentirne la fruizione ai nostri ragazzi sono pronti. Ogni punto lettura ha una vocazione tematica ed uno scopo di aggregazione sociale e culturale.

Presenti all’inaugurazione anche l’assessore comunale al Marketing territoriale, Rino Mangini, la dirigente del Circolo didattico “Nicola Fornelli”, Teresa Mondelli, la dirigente dell’Istituto comprensivo “don Tonino Bello”, Mariapia Matilde Giannoccari, il direttore del FabLab Poliba, Nicola Parisi, il direttore del Laboratorio Urbano “Officine Culturali”, Nicola Mercurio, e la responsabile del Servizio per le Politiche della cultura e del turismo del Comune di Bitonto, Mariella Caponio.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.