CONCORSO DEL MINISTERO BENI CULTURALI E TURISMO PER 500 OPERATORI ALLA CUSTODIA, VIGILANZA E ACCOGLIENZA.

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, sezione “Concorsi” (del 21 febbraio 2020) e indetto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MIBACT) finalizzata al reclutamento, attraverso i Centri per l’impiego, di 500 figure con profilo professionale di «operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza», con rapporto di lavoro a tempo pieno ed indeterminato, ripartiti tra varie sedi in tutta Italia (24 posti in Puglia, di cui 18 nell’area metropolitana di Bari, 6 in provincia di Taranto; 11 posti in Basilicata, di cui 6 in provincia di Matera e 5 in provincia di Potenza).
 Per poter partecipare alla selezione occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana, di altro Stato membro dell’Unione europea, o titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato;
– età non inferiore ai 18 anni;
– possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (scuola media inferiore);
– idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui la procedura si riferisce (da intendersi, per i soggetti con disabilità, come idoneità allo svolgimento delle mansioni);
– godimento dei diritti civili e politici;
– non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
– non essere stati licenziati, destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
– non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
–  per gli iscritti di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.
– Le procedure per la formazione delle graduatorie saranno avviate dai Centri per l’Impiego territorialmente competenti, con riferimento alla sede presso la quale il lavoratore dovrà prestare servizio, secondo l’ordine degli iscritti in possesso dei requisiti.
– Pertanto gli interessati non dovranno inoltrare alcuna domanda di partecipazione al MIBACT.
– Bisogna attendere, infatti, l’avvio delle procedure da parte dei Centri per l’Impiego, che avverrà quando i Segretariati regionali del Ministero, interessati dalla selezione, inoltreranno ai Centri per l’Impiego o agli Uffici provinciali o regionali del lavoro (nel caso della Puglia prima all’ARPAL – Agenzia regionale Politiche Attive del Lavoro, di cui i Centri sono un’articolazione territoriale), la richiesta di avviamento a selezione di un numero di lavoratori pari al doppio dei posti da ricoprire, specificando i termini e le modalità per la presentazione delle candidature e per la formazione delle graduatorie.
– Dopo la pubblicazione delle graduatorie, i candidati saranno convocati per sostenere una prova di idoneità che consisterà in un colloquio finalizzato, in particolare all’accertamento del possesso di buone conoscenze di base, nonché della capacità di affrontare problematiche lavorative di media complessità e in autonomia, con verifica della conoscenza di base della lingua inglese.

Link della Gazzetta con tutte le info:
https://www.gazzettaufficiale.it/showNewsDetail;jsessionid=hXnDLcHMIgi6Ym88U+vfVg__.ntc-as2-guri2a?id=2474&provenienza=home

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.

Un pensiero su “MIBACT: nuovo concorso per 500 operatori alla custodia, vigilanza e accoglienza”
  1. I centri per l’impiego sono chiusi per l’emergenza coronavirus , nessuno risponde al telefono , i termini di presentazione della domanda saranno spostati ? Sul sito non ci sono moduli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *