Aumentano i casi di contagio da Coronavirus in Puglia: dei 7 casi esaminati ieri, 2 sono risultati positivi e riguardano la Provincia di Foggia. Dei 59 casi esaminati oggi, invece, 56 sono risultati negativi mentre 3 sono positivi: si tratta di 1 caso nella Provincia BAT; 1 nella Provincia di Lecce, si tratta di una 90enne di Copertino e 1 nella Provincia di Bari, precisamente a Putignano. Cinque i nuovi contagi in totale in tutta la Regione Puglia. Con questo aggiornamento salgono a 24 i casi positivi registrati in Puglia per l’infezione da Covid-19 Coronavirus.

Il caso leccese riguarda una donna 90enne di Copertino che è stata ricoverata con riserva di prognosi nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Con questo caso in Salento i contagiati salgono a 4.

Non si è aggravato il numero dei decessi che restano due entrambi nella provincia di Foggia. Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione rispettivamente delle Asl di Foggia, BAT, Lecce e Bari hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. A comunicarlo sono il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro.

In provincia di Bari i contagiati sono arrivati a 4, oltre al militare 29enne e a sua moglie di 27 anni (dipendente del centro commerciale di Casamassima) e all’uomo di Cellammare, si aggiunge anche un caso a Putignano. Non si conoscono però ancora altri dettagli su come abbia contratto il virus. 

Mentre nella Bat i contagi salgono a due e in provincia di Foggia i casi ammontano a 11 di cui due anziani, di 75 e 76 anni, sono deceduti per complicazioni dovute al Coronavirus.

Migliorano invece le condizioni del paziente uno in Puglia, risultato positivo al Coronavirus, il 43enne di Torricella rientrato dalla Lombardia e ricoverato all’ospedale Moscati di Taranto dal 26 febbraio scorso, ma si aggravano le condizioni di sua moglie (risultata contagiata, così come il fratello dell’uomo). La donna, che era in quarantena fiduciaria nella sua abitazione, ha avuto una insufficienza respiratoria ed è stata anche lei ricoverata nel reparto Malattie infettive del nosocomio. La guardia resta alta. Il 43enne era tornato in Puglia (in aereo a Brindisi) dopo essere stato cinque giorni nel Lodigiano ed essere passato da Codogno.

Di MadeinMurgia | Staff

Lo staff Web MADEINMURGIA.ORG è costantemente impegnato nell'aggiornamento dei principali canali della testata.