Un albero per ogni nato per ricordare che la nascita è un evento che può cambiare il comportamento culturale dei cittadini, un gesto lodevole che vuole sottolineare l’importanza della compartecipazione amministrazione e comunità.

Dopo i parchi urbani e i quartieri, l’iniziativa del Comune di Matera ha interessato l’ospedale Madonna delle Grazie.

Con la collaborazione dell’Azienda sanitaria del Materano, nei giorni scorsi, sono state messe a dimora 262 piante di lecci, ulivi, peri, mandorli, frassini e ibiscus, nelle aree verdi circostanti il nosocomio.

“L’iniziativa un albero per ogni nato – spiega l’assessore al Verde urbano, Giuseppe Tragni ci ha consentito di piantare finora in diverse zone della città circa 560 alberi. Ognuno di questi reca sul tronco un braccialetto identificativo con il nome di uno dei bambini nati nel 2019. Ai genitori dei nuovi nati viene consegnato un altro braccialetto da conservare e un attestato firmato dal Sindaco a ricordo della giornata. E’ un modo per creare una simbiosi tra i cittadini e l’ambiente urbano e sensibilizzare tutti alla tutela del paesaggio. Siamo fortemente convinti che gli alberi migliorano la qualità della vita e, creare e incrementare le aree verdi all’interno della città, è un obiettivo che vogliamo perseguire con decisione”.

“In un momento oggettivamente complesso – ha sottolineato Il Direttore Generale facente funzioni dell’Asm, Gaetano Annese in cui il sistema sanitario deve far fronte in modo preventivo a possibili situazioni critiche, tali iniziative sono una nota positiva e uno stimolo per tutti ad affrontare le emergenze con fiducia”.

Maria Caserta

Di Maria Caserta

Laureata in Scienze della formazione primaria presso Università degli Studi della Basilicata, insegnante di scuola primaria, redattrice presso la testata PassalaParola.net, presidente dell'associazione MadeinMurgia.org by Comunicaetica, editore madeinmurgia.org, Event planner ed esperta in tutela dell'ambiente e agrifood. Project manager di diversi progetti regionali, locali e nazionali.