Categorie
Attualità News Scuola

UNIBA: pubblicate le linee guida per lo svolgimento degli esami in presenza

Sono stati mesi difficili per gli universitari, la chiusura forzata delle università a marzo, la didattica a distanza, gli esami e le sedute di laurea online, ma soprattutto tanta incertezza.

Nella giornata di ieri, 27 Agosto, l’Università degli studi di Bari ha comunicato agli studenti le linee guida per lo svolgimento degli esami in presenza a partire da settembre.

Come specificato nella nota, la modalità “in presenza” sarà a discrezione dei singoli dipartimenti: “nei casi di insufficiente disponibilità delle strutture universitarie a ospitare in sicurezza le prove di esami in presenza, queste potranno essere svolte in modalità a distanza”.

Ovviamente, come molti studenti hanno sottolineato, sono diverso i dipartimenti che non hanno le strutture adeguate. Rosangela, una studentessa di lingue, spiega come nel suo dipartimento sarebbe impossibile rispettare le norme anti-Covid e, per tanto, gli esami per lei e i suoi colleghi, probabilmente continueranno ad essere sostenuti online: “La struttura dove ha sede il dipartimento di lingue aveva dei problemi di capienza e strutturali ben prima dell’emergenza sanitaria. Il numero di studenti è molto alto rispetto al numero che può effettivamente contenere la struttura. Le lezioni sono sempre state difficili da seguire, con studenti che si ammassavano nei corridoi fuori dalle aule, stessa situazione che si presentava in sessione d’esame. Senza contare gli spazi angusti e la mancanza di finestre”.

Discorso diverso invece per il dipartimento di matematica, ad esempio. Francesca, studentessa al terzo anno ci spiega: “Gli studenti di matematica sono notoriamente pochi, soprattutto al terzo anno, inoltre disponiamo di aule abbastanza capienti per i nostri numeri e ciò garantisce la distanza di sicurezza per svolgere gli esami in presenza”.

“Dovrà essere osservato il distanziamento sociale tra i componenti della commissione d’esame”, continua la nota, “e tra questi e gli studenti”. Inoltre, sarà necessario contingentare gli ingressi e le uscite dagli edifici e dalle aule stesse per evitare assembramenti: gli ingressi e le uscite degli studenti dalle aule dovranno essere modulate dai docenti.

Nell’allegato diramato dall’università viene anche specificato che, per garantire il rispetto delle norme anti-Covid, qualora il numero di prenotati sia ingente, la sessione sarà divisa in più giorni a diversi orari, in un arco temporale compreso tra le 8.00 e le 20.30 dal lunedì al venerdì e ogni studente dovrà’ essere tempestivamente avvisato del calendario e degli orari.

Per quanto riguarda gli esami scritti, invece, le linee guida precisano che deve esserci il distanziamento di almeno 1 metro tra uno studente e l’altro, inoltre si consiglia ai docenti di non camminare nei corridoi e tra i banchi, “se ciò fosse necessario, lo stesso è tenuto ad indossare la mascherina”.

Ovviamente, ogni studente dovrà munirsi di mascherina e non dimenticare di lavarsi le mani spesso, in particolare prima di accedere nell’aula predisposta allo svolgimento dell’esame. Sono vietati gli assembramenti ed è obbligatorio mantenere la distanza in ogni momento, inoltre sarà necessario registrarsi mediante l’app predisposta dall’Università per poter avere accesso agli edifici universitari.