Nel pomeriggio della giornata di oggi, la sindaca di Altamura, Rosa Melodia, ha firmato l’ordinanza per la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado e ha inoltre istituito il coprifuoco, con chiusura delle attività commerciali alle 19.

Ristoranti e pizzerie potranno continuare a fornire servizio a domicilio, ma sarà necessaria un’autodichiarazione per muoversi dopo le ore 19.

L’ordinanza sarà in vigore per 15 giorni, a partire da domani, 1° dicembre.

La sindaca aveva preannunciato la decisione nel corso di una live sul suo profilo Facebook ieri, 29 novembre, dopo una riunione del Centro operativo comunale con medici, dirigenti scolastici e rappresentanti di categoria.

La sindaca ha inoltre sottolineato come i casi di COVID-19 ad Altamura siano aumentati drasticamente nei giorni scorsi, superando quota 1800 e “in controtendenza rispetto ai dati del Paese”.

Dunque, come viene specificato anche nel testo dell’ordinanza, il quadro epidemiologico complessivo della città si è aggravato e si sono rese necessarie nuove misure per ridurre il numero di contagi.

“Mi è stato chiesto, e non lo escludo- ha detto inoltre la sindaca- di intervenire con una prescrizione anagrafica per i più giovani e i più anziani, perché bisogna uscire di casa solo se ce n’è davvero bisogno”.

La situazione di tutta la regione Puglia è preoccupante, dopo speculazioni di un passibile passaggio da zona arancione a zona gialla questo weekend, i dati pubblicati nel pomeriggio di oggi sull’andamento dei contagi non si sono rivelati promettenti.

Infatti, nella giornata di oggi sono stati 1101 i nuovi casi positivi in Puglia, su 4.151 tamponi: una media, dunque, di oltre un tampone positivo su quattro.

Anche il numero delle vittime è molto elevato, 30 persone sono decedute nelle ultime 24 ore.

La provincia di Bari rimane la più colpita con 14 vittime e 515 casi.