Con il presente bando, pubblicato sul BURP n. 18 del 04.02.2021, si dà attuazione, per l’annualità 2020/2021, al “Sottoprogramma apistico regionale per il triennio 2020-2022”, approvato con Delibera di Giunta Regionale n.413 del 07/03/2019, e finanziato con il Decreto Ministeriale, Direzione Generale delle politiche internazionali e dell’Unione Europea PIUE VI, prot.n.9018407 del
22/07/2020 che, per l’anno apistico 2020 -2021 assegna alla Regione Puglia fondi pari ad Euro 92.766,03.

OBIETTIVI 
Gli interventi finanziabili sono orientati a migliorare le condizioni di produzione e di commercializzazione dei prodotti dell’alveare, nel rispetto della tutela dell’ambiente e della salute dei consumatori e sono ad incrementare il reddito degli apicoltori attraverso la riduzione dei costi di produzione, nonché a favorire il raggiungimento di uno standard qualitativo alto del miele e della sua caratterizzazione.
Per la corrente campagna sono attivate:
Azione A) – “Assistenza tecnica e formazione degli apicoltori”

  • Sottoazione a.1.2) – “Corsi di aggiornamento e formazione”

E’ finalizzata alla realizzazione di corsi con lezioni in aula e/o con didattica a distanza sincrona ed esercitazioni pratiche presso aziende apistiche
Beneficiari: Università e Istituzioni di ricerca scientifica operanti nel settore apistico; Associazioni di primo grado di apicoltori.
Contributo concedibile pari all’ 80% della spesa ammessa.

  • Sottoazione a.3) – “Azioni di comunicazione, sussidi didattici, abbonamenti, opuscoli”

E’ finalizzata all’acquisto di abbonamenti a riviste specializzate riguardanti il settore apistico, alla produzione e/o all’acquisto di materiale didattico e di manuali teorico-pratici di apicoltura, nonché di materiale divulgativo.

Beneficiari: Associazioni di primo grado di apicoltori.
Contributo concedibile pari al 90% della spesa ammessa.

  • Sottoazione a.4) – “Assistenza tecnica alle aziende”

E’ finalizzata a supportare gli apicoltori nelle scelte gestionali e specifiche dell’allevamento attraverso un programma di assistenza tecnica svolto dalle Associazioni apistiche.
Beneficiari: Associazioni di primo grado di apicoltori
Contributo concedibile pari al 90% della spesa ammessa.

Azione B) – “Lotta alla varroasi, agli aggressori e alle malattie dell’alveare”

  • Sottoazione b.3) – “Acquisto di arnie con fondo a rete”

E’ finalizzata a favorire lo sviluppo produttivo delle aziende apistiche attraverso l’acquisto di arnie.
Beneficiari: Apicoltori (imprese individuali, società, cooperative);
Contributo concedibile pari al 60% della spesa ammessa.

  • Sottoazione b.4) – “Acquisto di idonei presidi sanitari”

E’ finalizzata all’acquisto di idonei farmaci veterinari per la lotta alla Varroasi.
Beneficiari: Associazioni di primo grado di apicoltori .
Contributo concedibile pari al 50% della spesa ammessa.

Azione E) – “Misure di sostegno per il ripopolamento del patrimonio apistico”

  • Sottoazione e.1) – “Acquisto api regine”

E’ finalizzata a favorire il ripopolamento del patrimonio apistico regionale, attraverso l’acquisto di api regine appartenenti alla razza “Apis mellifera ligustica”.
Beneficiari: Apicoltori (imprese individuali, società, cooperative), Università e Istituzioni di ricerca scientifica operanti nel settore apistico,
Contributo concedibile pari al 60% della spesa ammessa.

Azione F) – Collaborazione con organismi specializzati nei programmi di ricerca”

  • Sottoazione f.1) – “Miglioramento qualitativo dei prodotti dell’apicoltura mediante analisi fisico/chimiche e microbiologiche in base all’origine botanica e geografica”.

E’ finalizzata alla realizzazione di programmi di ricerca/sperimentazione sui miele e prodotti dell’alveare.
Beneficiari: Università e Istituzioni di ricerca scientifica operanti nel settore apistico.
Contributo concedibile pari al 100% della spesa ammessa.

SCADENZA

Il modello di domanda di aiuto deve essere scaricato e stampato dal portale www.sian.it
Le domande di aiuto possono essere presentate a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
La domanda per accedere ai benefici, unitamente agli allegati richiesti dal bando, deve pervenire, a pena di irricevibilità, all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC): produzionianimali.regione@pec.rupar.puglia.it , entro e non oltre le ore 23,59 del 15 marzo 2021.

Tutti i documenti in formato *.pdf allegati alla PEC, inclusa la domanda di aiuto, dovranno essere firmati digitalmente dal richiedente ovvero dal legale rappresentante della ditta richiedente.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.