Il Dipartimento Politiche agricole e forestali della Regione Basilicata sarà presente a Genova, dall’1 al 4 luglio 2021, nell’ambito dell’Evento “SlowFish 2021 – I cicli dell’acqua” con uno stand realizzato nell’ambito delle attività del Feamp Basilicata e del Flag Coast To Coast in collaborazione con Slow Food Basilicata, per presentare un altro racconto della nostra terra i cui protagonisti sono il mare, la pesca e i piatti di pesce un tempo denominato “povero”, oggi ricercati e prelibatissimi. Il tutto raccontato declinando il tema della biodiversità, vera ricchezza dei nostri mari e del nostro territorio, attraverso un ricco programma di eventi ed appuntamenti, costellato da degustazioni di ricette a base di pesce e piatti della tradizione lucana, animato dal Flag Coast to Coast in collaborazione con Slow Food Basilicata. Il punto di partenza è il valore della cultura alimentare come bene fondamentale da salvaguardare e promuovere, sia nel rispetto e nella tutela dell’ecosistema, sia nella memoria legata alla storia dell’uomo.

“Parlare di pesca in Basilicata – afferma Francesco Fanelli, Vice Presidente della Giunta Regionale e Assessore alle Politiche agricole e forestali – significa parlare di “piccola pesca costiera”, praticata, come amano dire gli stessi pescatori, in maniera artigianale, con “reti da posta” lasciate qualche ora prima e poi tirate su; una pesca improntata a principi di sostenibilità ambientale e quindi nel pieno rispetto del mare e del ricco patrimonio di biodiversità che le nostre acque custodiscono. Ma significa anche parlare di una produzione ittica e di una cultura gastronomica legata al pesce, sia di mare che di acqua dolce, le cui origini, come attestato da ricerche, ritrovamenti archeologici e fonti letterarie, sono antichissime. Certo – continua l’Assessore Fanelli – oggi la filiera ittica lucana ha ancora numeri contenuti ma è una filiera che ha in sé un ampio margine di crescita, peraltro già in via di sviluppo attraverso diversi progetti finanziati dal Fondo Pesca, miranti a promuovere e sostenere le attività produttive del settore”.

Nel corso dell’evento e del ricco programma che andrà ad animare le quattro giornate, saranno presentate dal Flag Coast To Coast quattro video ricette tradizionali -due per la costa tirrenica e due per quella jonica – con l’obiettivo di valorizzazione i prodotti ittici lucani a “Miglio Zero”. Sarà inoltre presentato dal Flag il progetto “Sentinelle Blu”, elaborato congiuntamente con il Dipartimento Politiche agricole e forestali della Regione Basilicata e il CREA Basilicata, il cui obiettivo è formare un corpo ausiliario speciale di operatori della pesca, le cui funzioni a supporto delle attività marittime garantiscano la tutela degli ambiti costieri, la salvaguardia delle popolazioni marine e la conservazione della biodiversità, unitamente alla sicurezza e alla vigilanza in mare.

Inoltre sabato 3 luglio, nella cornice della manifestazione, sarà presentato il Progetto “Geoportale della Cultura Alimentare”, promosso dell’Istituto Centrale del Patrimonio Immateriale e finanziato dal MiBACT con il Pon Cultura e Sviluppo per la Regione Basilicata. Il progetto prevede in Basilicata, presso il Castello di Lagopesole l’implementazione di alcune attività volte alla valorizzazione del vasto patrimonio immateriale enogastronomico lucano quale leva culturale per lo sviluppo delle aree interne della Basilicata. Nello specifico sarà realizzata, nell’ambito del Geoportale, una sezione dedicata alla Regione Basilicata e i cui materiali raccolti saranno georeferenziati e ottimizzati in formato digitale.

Il programma delle 4 giornate della Regione Basilicata a Slow Fish è visionabile al link seguente: slowfish.slowfood.it/Regione_Basilicata

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.