Torna a scommettere su sé stesso, sulla Puglia e sul Comune di Monopoli il PhEST – See Beyond the Sea, festival internazionale di fotografia e arte che è ormai uno degli appuntamenti fissi e più importanti dell’estate pugliese.

Tema centrale di questa sesta edizione, proposta dal direttore artistico Giovanni Troilo e dalla curatrice fotografica Arianna Rinaldo, è Il corpo letto con una serie di diverse declinazioni, per una trentina di mostre di artisti internazionali, che consentiranno al pubblico di stupirsi, interrogarsi e riflettere.

Per farlo, l’idea è quella di portare il museo tra la gente, permettendo al pubblico di ammirare le opere passeggiando per il centro storico di Monopoli o tuffandosi nelle acque cristalline del suo mare. Senza però privarsi della magia di alcune location indoor, alcune già viste e altre nuovissime, che saranno rivelate nel corso della conferenza stampa.

Tra i primi nomi annunciati Mustafa Sabbagh, artista italo palestinese, autore del progetto in residenza artistica, che ha dedicato buona parte della sua carriera all’esplorazione del corpo nella sua più grande manifestazione materica e a cui sarà dedicata, oltre al lavoro dedicato agli adolescenti del territorio, anche una personale indoor.

Quella del 2021 è dunque una edizione che si presenta ancora una volta fuori dagli schemi e con lo sguardo rivolto non solo a Monopoli, alla Puglia e al Mediterraneo ma a tutto il Mondo, per consentire a tutti i visitatori di approcciarsi al bello, alla creatività, alla fotografia, all’arte e ai colori, andando oltre le difficoltà del momento storico che stiamo attraversando.

L’intera programmazione, gli artisti e gli eventi di questa edizione saranno presentati in conferenza stampa lunedì 2 agosto alle 11.30 nella sala Agorà del padiglione 152 all’interno della Fiera del Levante di Bari.

Parteciperanno: – Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia; – Massimo Bray, assessore regionale alla Cultura, Tutela e sviluppo delle imprese culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa turistica; – Aldo Patruno, Direttore Generale Dipartimento Turismo, Economia della Cultura, Valorizzazione del Territorio presso Regione Puglia; – Angelo Annese, Sindaco di Monopoli; – Cristian Iaia, assessore al Turismo del Comune di Monopoli; – Rosanna Perricci, assessore alla Cultura del Comune di Monopoli – Giovanni Troilo, direttore artistico di PhEST – Festival internazionale di fotografia e arte; – Arianna Rinaldo, curatrice fotografica di PhEST – Festival internazionale di fotografia e arte

Il Festival è prodotto e promosso dall’associazione culturale PhEST, con il sostegno della Regione Puglia e del Comune di Monopoli.

Il Progetto PhEST – festival internazionale di fotografia e arte a Monopoli – VI Edizione è realizzato nell’ambito del “FSC 14-20: PATTO PER LA PUGLIA. INTERVENTI PER LA TUTELA E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E PER LA PROMOZIONE DEL PATRIMONIO IMMATERIALE. CUSTODIAMO LA CULTURA IN PUGLIA 2021 – Misure di sviluppo per lo spettacolo e le attività culturali”.

PhEST – See Beyond the Sea

Festival internazionale di fotografia e arte, nato nel 2016 a Monopoli in Puglia da un’idea di Giovanni Troilo, direttore artistico del festival, e di Arianna Rinaldo, cui è affidata la curatela fotografica. PhEST è fotografia, cinema, musica, arte, contaminazioni dal Mediterraneo. Un modo per restituire voce propria alle mille identità che compongono il mare in mezzo alle terre, ridefinendo un nuovo immaginario.

AVVISO PER LE REDAZIONI

Al fine di garantire il rispetto delle norme sul distanziamento, sarà consentito l’accredito di un solo giornalista per testata più un operatore video/fotografico. L’ingresso è consentito solo con mascherina. Si prega inviare entro le ore 18 di domenica 1 agosto una mail all’indirizzo info@milaufficistampa.it indicando: testata giornalistica, nome e cognome del giornalista e dell’operatore, numero di telefono del giornalista e mail.

Redazione

Di Redazione

La testata online www.madeinmurgia.org nasce nel 2015, iscritta al Tribunale di Matera con n. 4/2015. Si occupa di promozione del Made in Sud in ogni ambito.